• Facebook Metallic
  • YouTube Metallic
Debora Petrina

Vincitrice del Premio Ciampi nel 2007 e produttrice in toto della sua musica, Petrina è compositrice, cantautrice, pianista, tastierista, chitarrista, e altresì danzatrice, performer e scrittrice.

Stimata da David Byrne, che ha spesso pubblicato i suoi brani nelle sue radio playlist di preferiti, ha ricomposto un brano di John Cage, la cui partitura è ora pubblicata worldwide dalle Edition Peters (NYC) - gli editori di John Cage nonché di gran parte del repertorio classico e contemporaneo - con il doppio nome Cage/Petrina e il nuovo titolo Roses of the Day, per voce e pianoforte.

Paolo Fresu ha pubblicato uno degli album di Petrina per inaugurare la sua etichetta dedicata alle voci, la Tuk Voice, e l'ha invitata a registrare un ulteriore progetto con lui e gli artisti della Tuk Music, per i 40 anni del gruppo Espresso/ Repubblica.

Ha registrato prime assolute pianistiche di Morton Feldman negli Stati Uniti (OgreOgress), e di Sylvano Bussotti per l'etichetta Stradivarius, ed è stata molte volte interprete (vocale o alle tastiere) di opere contemporanee, anche per il Teatro La Fenice.

Ha cantato e suonato allo Stone e al Barbès (New York), al Mills College (Oakland), al Seaprog Festival (Seattle), al Café du Nord (San Francisco), al DC Jazz Festival (Washington DC), al Teatro Roldàn (La Havana), al Jazz Festival di Madrid, alla Conway Hall (Londra), agli Istituti Italiani di Istanbul, Addis Abeba, New York, Los Angeles, San Francisco, Strasburgo, oltre che a Tokio, Osaka, Berlino, Colonia, Lugano, dove è spesso invitata dalla RSI – Radio della Svizzera Italiana – per la quale ha anche condotto un ciclo di trasmissioni.

Il Teatro Stabile del Veneto ha dato a lei e allo scrittore Tiziano Scarpa (Premio Strega) una residenza creativa per la produzione dello spettacolo Le cose che succedono di notte, di cui è autrice di musiche e canzoni, nonché unica musicista in scena. Lo spettacolo è ospite in numerose rassegne nazionali.

È in uscita quest'anno, per la zOaR Records di Elliott Sharp (NYC), un suo ulteriore album, composto e registrato assieme al compositore Giovanni Mancuso (Premio Orpheus): le NuovoMondo Symphonies per voce e due pianoforti. L'album ha suscitato l'entusiasmo di Terry Riley, che ne ha scritto la prima recensione, e verrà presentato in prima assoluta alla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia e al Festival Angelica di Bologna.

Petrina è anche scrittrice: alcuni sui racconti sono stati pubblicati sulle riviste letterarie Il primo amore e Stanza 251, ed è in uscita il suo primo libro, Concerto a luci spente.

Debora Petrina